Loader

Comunicare in fiera.

Le interazioni di persona sono da sempre il mezzo più efficace per ampliare il proprio portfolio clienti. Contrariamente alla tendenza sempre più digitale ed automatizzata le interazioni risultano più profonde e durature. Studi statistici confermano che il 74% dei partecipanti ad un evento fieristico sono motivati all’ acquisto dei prodotti o servizi esposti piuttosto che da competitors incontrati solo online. Ne consegue una costante crescita per il mercato fieristico italiano, grazie anche all’ interesse di espositori e visitatori  esteri per il Made in Italy.

STATISTICHE MERCATO FIERISTICO ITALIANO:

  • di cui italiani 29.544 (+ 0,46%)
  • di cui esteri 16.088 (+ 4,71%)
  • di cui italiani 2645.759 (+ 9,01%)
  • di cui esteri 1.050.651 (+ 21,82%)

Sintesi dei dati rilevati su 61 eventi del segmento B2B.

In uno stand fieristico, il materiale utilizzato per rappresentare il tuo brand, se ben ideato e realizzato, ha la funzione di un reale agente di vendita. Attrae possibili clienti prima che vi sia una conversazione diretta. Quando si concepisce materiale in grado di coinvolgere bisogna tenere a mente questi semplici punti:

Presentarsi sempre allo stesso modo.

Il brand manual o linee guida del brand è il documento che definisce tutte le caratteristiche base che servono a creare e diffondere la comunicazione aziendale. Aiuta a renderla effettiva e costante, elementi alla base di una buona reputazione. è importante seguire queste linee guida nel allestimento dello stand per non confondere e far perdere di vista il valore del brand.

Keep it fresh

Utilizzando materiali nuovi e diversi dall'anno precedente si rispettano le aspettative dei visitatori che vogliono interagire con novità del settore. Mantenendo i propri valori si possono raccontare con argomenti diversi per aumentare le possibilità di attrarre target differenti con lo stesso bisogno .

Obiettivi di comunicazione

Mentre le grafiche che compongono l'allestimento dello stand devono essere molto semplici e concise. Il materiale stampato deve avare molteplici gradi di complessità per poter essere consumato da tipi diversi di visitatori. Cataloghi e Brochure rappresentano il sistema più completo dove esporre tutte le informazioni più utili in prospettiva di collaborazioni o acquisti futuri. Rappresentano il momento ideale per descrivere le novità sui propri prodotti o servizi. Non è però detto che tutti i visitatori abbiano la voglia di prendere con loro materiale del genere perché potrebbe risultare fastidioso da trasportare nel resto della loro permanenza in fiera. In questo caso le cartoline possono comunque contenere informazioni utili, ma su un supporto più leggero e semplice da portar via. Inoltre lasciando il retro bianco può tornare utile come taccuino sul quale prendere appunti aumentando le probabilità che il materiale venga conservato ed in futuro utilizzato nelle modalità preposte. I bigliettini da visita infine sono l'elemento essenziale sul quale si basa ancora la maggior parte della collezione di contatti in fiera. Avendo poca superficie per comunicare si può optare per materiali premium e tecniche di stampa particolari in linea con il messaggio del brand.

Errori comuni

Organizzarsi per un evento di questo tipo non è semplice e tante piccole medie imprese, finiscono per trascurare proprio il materiale da esporre.è importante affidarsi ad una tipografia valida che sia realmente in grado di assisterti nella realizzazione dei prodotti e fornirli nei tempi utili.

Se segui queste linee guida a prescindere dalle dimensioni della tua presenza in fiera, il tuo materiale fieristico avrà successo nel portare la reputazione della tua azienda all'attenzione di potenziali clienti.
No Comments

Post A Comment